martedì 5 novembre 2013

Presentata al Verdi di Pisa la Stagione Teatrale 2013-2014

552 abbonati, contro i 545 dello scorso anno: come già la Stagione Lirica anche la Stagione Teatrale registra un incremento di abbonati, in controtendenza con un dato nazionale che in media registra una flessione degli spettatori. È questo certamente il miglior riconoscimento alla proficua collaborazione fra la Fondazione Toscana Spettacolo e la Fondazione Teatro di Pisa, co-ideatrici per il quinto anno consecutivo del cartellone teatrale pisano in programma dal 9 novembre 2013 al 13 aprile 2014

Non potendo quest’anno, per problemi di calendario e per l’attuale situazione economico-finanziaria, proseguire nel segno dell’ampliamento sperimentato la scorsa stagione con l’aumento del numero degli spettacoli e, per alcuni, anche del numero delle recite, il prossimo cartellone torna a essere di 8 titoli: tutti di ottimo livello e in grado di soddisfare la domanda dei diversi pubblici, da quello più incline all’intrattenimento intelligente, a quello giovanile e universitario più attento anche alle novità della produzione teatrale contemporanea. 
Molti i grandi protagonisti, da quelli di solida formazione classica ai più anticonvenzionali; molti i linguaggi drammaturgici, che spaziano dal classico al classico rivisitato alle contaminazioni con la letteratura e il cinema. 

Ad aprire la Stagione, sabato 9 novembre alle ore 21 (replica domenica 10 alle ore 17) sarà Arca Azzurra Teatro con il PINOCCHIO firmato da Ugo Chiti, spettacolo che proprio a Pisa dà il via alla sua tournée dopo il felice debutto in prima nazionale, in estate, al festival di Borgio Verezzi. Un Pinocchio che crea fra l’altro una sorta di fil rouge con la Stagione Lirica, dove è in programma proprio un’opera contemporanea ispirata al celebre burattino (Pinocchio di Natalia Valli, il 29 marzo).

Il cartellone vedrà poi succedersi diversi protagonisti di spicco del teatro, del cinema e della televisione: come Pierfrancesco Favino che firma con Paolo Sassanelli un singolare libero adattamento da Goldoni, SERVO PER DUE, portato in scena da un’altrettanto singolare compagnia, la Danny Rose (14 e 15 dicembre); come Pamela Villoresi, protagonista insieme con Romina Mondello, Luigi Diberti, e Massimiliano Franciosa dell’ormai rodato EVA CONTRO EVA per la regia di Maurizio Panici (18 e 19 gennaio); come Chiara Francini e Emanuele Salce, insieme per TI HO SPOSATO PER ALLEGRIA di Natalia Ginzburg (15 e 16 marzo), che nel ’67 fu anche un film cult del padre di Emanuele, il regista Luciano Salce.

Spiccano due personalissime letture di testi o personaggi classici: il 22 e 23 febbraio IL DON GIOVANNI (Vivere è un abuso mai un diritto) di e con Filippo Timi, spettacolo irriverente, vulcanico e spiazzante, e il 5 e 6 aprile LA TEMPESTA di Shakespeare firmata da Valerio Binasco per la Popular Shakespeare Kompany, fresco e innovativo, forte di una notevole ricerca linguistica e dialettale.

Non poteva mancare in cartellone lo spettacolo di maggior spicco della scorsa stagione, LE VOCI DI DENTRO prodotto dal Piccolo di Milano, con Toni Servillo e Peppe Servillo (11 e 12 febbraio), vincitore di ben 5 premi su 11 a “Le Maschere del Teatro”: miglior spettacolo della stagione teatrale 2012/13, migliore regia e migliore attore protagonista (Toni Servillo), migliore attrice non protagonista (Chiara Baffi), migliore attore non protagonista (Peppe Servillo).

La chiusura, in grande stile, tocca infine a Massimo Ranieri, strepitoso protagonista del VIVIANI VARIETÀ firmato da Maurizio Scaparro (12 e 13 aprile), anche qui, come per l’apertura, in una sorta di fil rouge con la Stagione Lirica perché questo spettacolo si avvale di musiche dal vivo ed è stato realizzato con la collaborazione del Maggio Musicale Fiorentino.

La vendita dei biglietti per tutti gli spettacoli è iniziata al botteghino del Teatro il 5 novembre, telefonicamente e nel circuito Charta Vivaticket il 6 novembre.
Tra le varie tipologie di riduzioni, confermato il 50% di sconto per gli under26 e per gli studenti dell’Università di Pisa.

0 commenti: