giovedì 24 ottobre 2013

Intervista a Luca Cavana, patron di Artist Fair


FULL Magazine è uno dei media partner di Artist Fair, evento di prossima nascita con un carattere già molto ben delineato. Da venerdì 25 a domenica 27 ottobre 2013, saremo presenti in fiera con uno stand 'polifunzionale' in pieno stile 'FULL'.
Il nostro spazio, dove regaleremo molte copie della rivista e distribuiremo il catalogo ufficiale della manifestazione, sarà prima di tutto area espositiva dedicata alle tele della serie 'Indagine sull'ombra' firmate da Francesco Zavattari.

Chi meglio del patron di Artist Fair può raccontarci qualcosa in più?
Vi presentiamo Luca Cavana, giovane gallerista con una notevole esperienza alle spalle che, uscendo dai confini della propria galleria di La Spezia, ha voluto imbarcarsi in questo grande progetto. 

Luca, ti va di dirci qualcosa? Raccontaci 'la tua' Artist Fair! A chi si rivolge principalmente Artist Fair?
L’idea di Artist Fair nasce dal confronto con il collega ed ora socio Andrea Brandi (a destra nella foto): volevamo fare qualcosa con gli artisti, dare la possibilità a tanti artisti validi di esporre le proprie opere, farsi conoscere dai collezionisti e dagli addetti ai lavori, dando loro uno strumento valido come lo è la fiera.
Artist Fair si rivolge un po’ a tutti, in primo luogo, l’artista ha la possibilità di confrontarsi direttamente con i collezionisti e gli addetti ai lavori, ai collezionisti che possono confrontarsi e conoscere direttamente l’artista e capire la sua ricerca. Inoltre, i galleristi che verranno a trovarci in fiera avranno la possibilità di scoprire nuovi talenti con i quali intraprendere un nuovo percorso di collaborazione.

In un momento di tale crisi economica e sociale, come si riesce a sviluppare un format interamente incentrato sull'arte?
Innanzi tutto per noi l’arte e passione, siamo consapevoli dei momenti che stiamo attraversando ma siamo altresì convinti  che l’arte sia uno dei tanti veicoli per poter rilanciare l’economia.
Lo sviluppo della fiera è stato comunque possibile utilizzando la nostra esperienza decennale sia come collezionisti che galleristi, quindi stando dalla parte degli espositori e visitatori, conoscendo così le esigenze di tutti.

FULL Magazine è 'allergico' fin dalla propria nascita a tutto quello che è 'burocraticamente e istituzionalmente' limitante. Voi come vi siete trovati? Qual è stato l'approccio delle vostre amministrazioni locali? In che modo le istituzioni hanno recepito l'idea 'Artist Fair'?
Burocrazia limitante? E’ innegabile che delle difficoltà, come tutti, le abbiamo trovate ma siamo riusciti a superarle. In un primo momento, quando abbiamo presentato il nostro progetto, sinceramente non siamo stati capiti come speravamo. Soltanto la Provincia della Spezia  da subito ha sposato la nostra iniziativa concedendo il proprio patrocinio. Con il passare del tempo, anche le altre Istituzioni, visto il nostro impegno professionale e la grande domanda di partecipanti da tutta Italia, ci hanno fatto promesse di collaborazioni future.

Dove vedi il tuo evento di qui ai prossimi anni?
Vogliamo crescere e sicuramente lo faremo, intanto è importante partire bene, Artist Fair diventerà sicuramente un appuntamento annuale qui a La Spezia . Abbiamo pensato fin da subito ad identificare la nostra fiera con un nome generico, proprio per non precluderci la possibilità di spostare Artist Fair in altre città in  periodi diversi da quello spezzino.

Ottimo! Grazie mille e un grandissimo in bocca al lupo!

0 commenti: