lunedì 19 agosto 2013

Silvana Froli splendida Tosca a Torre del Lago


Autore: Silvia Cosentino - Caporedattore di 4rum.it e FULL Magazine

Venerdì scorso, 16 agosto, a Torre del Lago lo splendido soprano Silvana Froli è stata Tosca nella terza delle quattro repliche di questo grande capolavoro pucciniano. Oltre alla padronanza canora, la cantante ha confermato il grande talento interpretativo nel rendere le tante sfumature di questo complesso personaggio, sicuramente tra i meno scontati tra quelli delineati dal compositore lucchese. Silvana Froli ha saputo essere un validissimo trait d’union tra tutti gli interpreti e tra gli stessi con l’orchestra, le cui performance purtroppo non sono state sempre impeccabili.

L’allestimento di questa Tosca punta all’essenzialità e al monocromo, dando così maggior risalto a pochi elementi che divengono fondamentali. La chiesa di Sant’Andrea della Valle nel primo atto è realizzata in uno spazio aperto con due strutture semoventi poste a semicerchio a suggerire l’abside; nient’altro se non qualche inginocchiatoio al centro, dipinti posti lateralmente e una botola da cui si accede alla Cappella degli Attavanti. Nel secondo atto, il palco è dominato dal lungo tavolo dell’appartamento di Scarpia, mentre, nel terzo, le due strutture citate vanno a suggerire la piattaforma di Castel S. Angelo, con una bianca riproduzione del S. Michele vittorioso al centro. Comune ai tre atti è la predominanza dei toni del grigio e un’illuminazione spesso proposta di taglio, movimentata dalla presenza di un fondale su cui vengono proiettate opere d’arte, eleganti interni, l’alba sulla Cupola di San Pietro. Nel secondo atto, invece, il controluce in corrispondenza di tale fondale mostra l’esibizione di Tosca e del coro: se tale espediente risulta affascinante, l’eccessiva vicinanza crea confusione acustica con la scena principale di cui sono protagonisti Scarpia e Cavaradossi, rendendo difficile l’ascolto (è infatti previsto che Tosca e il coro vengano uditi solo in lontananza).

L’Orchestra del Festival, diretta da Alberto Veronesi, ripresenta purtroppo le stesse problematiche di intonazione e armonia riscontrate nelle altre rappresentazioni da noi seguite quest’anno: ci auguriamo davvero che certi sdruccioloni possano essere di spunto per migliorare in futuro. Oltre alla bella esibizione di Silvana Froli, segnaliamo Gabriele Viviani, già apprezzato Scarpia nella Tosca recentemente proposta al Teatro del Giglio di Lucca: il giovane baritono dimostra sempre più di aver ben acquisito un ruolo tra i più ardui da sostenere, sia dal punto di vista canoro che interpretativo.













16 agosto
TOSCA
Dramma lirico in 3 atti – nuovo allestimento 


Libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa
Tratto dal dramma “La Tosca” di Victorien Sardou
Musica di Giacomo Puccini
Ed. Casa Ricordi  
Coproduzione Fondazione Festival Pucciniano, Teatro Regio di Torino, Opera de Montecarlo, Palau de les Arts Reina Sofia de Valencia
   
Floria Tosca Silvana Froli
Mario Cavaradossi Pietro Giuliacci 
Il barone Scarpia Gabriele Viviani
Cesare Angelotti Choi Seung Pil  
Spoletta Mario Bolognesi
Il Sagrestano Angelo Nardinocchi
Sciarrone Francesco Musino
Un carceriere Massimiliano Damato
Un pastore Eleonora Ronconi

Regia di Jean Louis Grinda
Scene di Isabelle Partiot Pieri
Costumi di Christian Gasc
Orchestra del Festival Puccini
Direttore Alberto Veronesi
Coro del Festival Puccini
Maestro del Coro Stefano Visconti
Coro delle voci bianche del Festival Puccini

0 commenti: