venerdì 9 agosto 2013

Si rinnova l'omaggio a Verdi al Festival Puccini

A quasi due settimane dall'ultima apparizione in riva al Massaciuccoli, salutata con applausi fragorosi e standing ovation dalla platea del Gran Teatro all'Aperto, questa sera, venerdì 9 agosto, il verdiano Rigoletto torna sul palco del 59° Festival Puccini per la terza e penultima volta con la doppia firma del regista Renzo Giacchieri e del maestro canadese Boris Brott, chiamato a dirigere l'orchestra.



Lo storpio buffone, tanto irriverente verso i cortigiani quanto premuroso con la figlia Gilda, sarà ancora il baritono fiorentino Devid Cecconi; il tenore sardo Francesco Demuro tornerà a interpretare il lussurioso Duca di Mantova, che tratta ogni donna con leggerezza e disprezzo; nel ruolo della dolce e innocente Gilda confermata la russa Ekaterina Bakanova, giovane soprano lirico leggero entrata nel cuore del pubblico di Torre del Lago.

Con i tre protagonisti, interpreti di arie celebri come La donna è mobile (Duca di Mantova), Cortigiani, vil razza dannata (Rigoletto) e Caro nome (Gilda), sulla scena ci saranno Michail Ryssov, Chiara Chialli, Silvia Pasini, Choi Seung Pil, Angelo Nardinocchi, Mario Bolognesi, Francesco Musino, Valentina Boi, Massimiliano Damato e Atsuko Koyama. Il cartellone 2013 del Festival Puccini offrirà l'ultimo appuntamento con Rigoletto venerdì 23 agosto.

Intanto, proseguono i lavori sull'asse Torre del Lago-Parigi per la grande mostra su Verdi che la Fondazione Festival Pucciniano ha avuto incarico di allestire nella capitale francese, per conto e in collaborazione con l’associazione culturale Elephant Paname. Alla sua realizzazione ha collaborato anche la famiglia Carrara Verdi, erede della fortuna del maestro e custode di Villa Sant’Agata. L’esposizione aprirà il 26 settembre e sarà visitabile fino al 5 gennaio.


www.puccinifestival.it

0 commenti: