venerdì 3 maggio 2013

In prima nazionale è al Teatro del Giglio "MIRANDA", del regista lituano Koršunovas


Domenica 12 maggio, ore 16, con la prima nazionale di MIRANDA, regia del lituano Oskaras Koršunovas, il cartellone della prosa Teatro del Giglio si conclude all’insegna del teatro più innovativo del nostro tempo, saldamente ancorato nelle radici della tradizione teatrale e della storia europea, ma capace di parlare un linguaggio forte e diretto, in dialogo profondo con l’uomo contemporaneo. 
Koršunovas è uno dei più acclamati registi della scena internazionale, lituano di nascita, e assieme a Eimuntas Nekrosius è rappresentante di quel teatro contemporaneo pervaso di suggestioni e soluzioni creative che hanno la loro origine prima nelle culture dell’Europa baltica: terre antiche e incontaminate eppure testimoni dei grandi snodi della storia del nostro continente. 
Koršunovas è ospite al Teatro del Giglio a chiusura degli Appuntamenti con il Teatro del Novecento che in collaborazione con il Teatro del Carretto e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Lucca hanno accompagnato da novembre 2012 tutta la stagione del Teatro del Giglio. Workshop, incontri e dimostrazioni di lavoro aperte sono stati dedicati alla storia e all’interpretazione del teatro del Novecento, facendo incontrare al pubblico i suoi autori e i suoi interpreti in una ricca avventura tra le tradizioni del passato e la ricerca contemporanea.  
Oskaras Koršunovas sarà protagonista di tutte le tre tipologie di attività: da lunedì 6 a venerdì 10 maggio terrà un workshop per attori al Teatro del Giglio, che si concluderà con una dimostrazione di lavoro aperta al pubblico venerdì 10 maggio al Teatro del Giglio alle ore 19 (ingresso gratuito).  

Domenica 12 maggio, punto di contatto tra stagione di prosa e appuntamenti con il teatro del Novecento sarà quindi lo spettacolo in prima nazionale Miranda con Povilas Budrys e Airida Gintautaite, tratto da La tempesta di William Shakespeare, a testimonianza di come il teatro nei secoli abbia partorito capolavori che continuano a parlare attraverso le epoche e siano oggi a disposizione dei talenti più coraggiosi per essere affrontati con sguardo nuovo, pronti a dischiudere i propri significati una volta di più. Allo spettacolo (in lingua originale lituana, con sopratitoli in italiano) seguirà un incontro con lo stesso regista Koršunovas, presentato dal critico teatrale Gianfranco Capitta (che dopo aver introdotto il ciclo di incontri con il suo intervento di aperturadegli Appuntamenti a novembre, guida il momento conclusivo della rassegna), sul tema “La caduta dei muri e dei sipari”.


Biglietti da 10 a 30 euro, con speciali riduzioni per gli under 30.
www.teatrodelgiglio.it 
www.teatrodelcarretto.it 



Foto di D. Matvejevas

0 commenti: