venerdì 19 aprile 2013

La tredicesima edizione del Festival di Sant’Efisio al Teatro Lirico di Cagliari


Musica classica e musiche d’avanguardia, contaminazioni artistiche e visite guidate: è il Festival di Sant’Efisio, rassegna musicale ideata e organizzata dalla Fondazione Teatro Lirico di Cagliari, di cui si tiene, quest’anno, la tredicesima edizione. Il Festival nasce nel 2001 intorno alla Festa di Sant’Efisio, la processione votiva più importante e suggestiva della Sardegna che si svolge a Cagliari ogni 1 maggio e che rappresenta un momento nel quale fede e folclore si fondono in una straordinaria processione in costume tradizionale, giunta alla sua 357esima edizione.

Il XIII Festival di Sant’Efisio assume, quest’anno, una valenza tanto particolare quanto densa di significato: gli interpreti, direttori e solisti, che si susseguono sul palcoscenico cagliaritano sono, oltre ad alcuni nomi già affermati nel panorama musicale internazionale, giovani, in alcuni casi giovanissimi, artisti che debuttano al Teatro Lirico di Cagliari, oppure si presentano, per la prima volta, in una veste nuova.

Il programma artistico propone un’opera lirica, un balletto contemporaneo, due concerti sinfonici, un concerto da camera, un concerto jazz, uno spettacolo musicale, con protagonisti assoluti l’Orchestra e Coro del Teatro Lirico, quest’ultimo preparato da Marco Faelli, che si alternano, fino al 10 maggio, alla programmazione della Stagione lirica e di balletto 2013.

Venerdì 19 aprile, per il tradizionale spazio che, come consuetudine, il Festival di Sant’Efisio riserva alla musica jazz, il Teatro Lirico di Cagliari ospita uno degli artisti sardi più amati nel mondo e vero ambasciatore dell’arte e delle infinite declinazioni musicali del suo multiforme, instancabile talento: Paolo Fresu che presenta, unica tappa in Sardegna, il suo nuovo, attesissimo, progetto artistico, Brass Bang!. Si tratta di un concerto per soli fiati, nato con l’idea che si possa creare una musica “esplosiva” anche senza l’ausilio della ritmica tradizionale. Sul palcoscenico, insieme a Paolo Fresu, si esibiscono tre acclamati artisti del jazz mondiale: il trombettista americano Steven Bernstein, esponente di spicco del new jazz mondiale; Marcus Jonas, tra i migliori suonatori di tuba al mondo; Gianluca Petrella, trombonista barese, osannato da pubblico e critica.

Dal 2 al 10 maggio, in concomitanza con l’inaugurazione della Stagione lirica e di balletto 2013, va in scena, per sei rappresentazioni, Otello, dramma lirico in quattro atti, su libretto di Arrigo Boito, dalla tragedia omonima di William Shakespeare, e musica di Giuseppe Verdi, doveroso omaggio del Teatro Lirico di Cagliari, in occasione del bicentenario della nascita, al massimo operista italiano. Lo spettacolo conta dell’eccezionale regia di Eimuntas Nekrosius, geniale artista lituano, celebre in tutto il mondo dello spettacolo per aver curato importanti allestimenti teatrali e considerato uno dei più grandi reinventori della regia e dell’intreccio drammaturgico. In un allestimento minimale e di grande atmosfera voluta dal regista “per non disturbare, né sovrastare la potenza della musica”, complice l’inconfondibile cifra registica cui ci ha abituati, il capolavoro verdiano è affidato, per la direzione musicale, a Giampaolo Bisanti, giovane artista milanese tra i migliori interpreti del grande repertorio musicale che debutta a Cagliari.

Domenica 5 maggio, Stefano Bollani incontra, per la prima volta, l’Orchestra del Teatro Lirico, diretta da David Levi, in un attesissimo, imperdibile, concerto che propone un accattivante programma musicale, di matrice squisitamente americana, che si rivolge sia al pubblico degli abbonati che a quello più giovane: Leonard Bernstein, Aaron Copland e la celeberrima Rhapsody in blue di George Gershwin.

La congiunzione tematica del Mediterraneo, a cui Marsiglia dedica il suo anno di capitale della Cultura, e vero caposaldo della nostra identità isolana, porta il 10 e 11 maggio, sul palcoscenico del Teatro Lirico di Cagliari, in prima assoluta in Italia, il Ballet Preljocaj, con l’ultima creazione del coreografo e ballerino franco-albanese Angelin Preljocaj, dal titolo Les Nuits. Si tratta della produzione, commissionata da Marseille-Provence 2013 Capitale Europea della Cultura al versatile coreografo francese che attinge, questa volta, nelle fascinazioni e nell’inesauribile forza immaginifica dei racconti anonimi popolari della tradizione araba, persiana ed indiana di “Le Mille e una notte”, dando vita ad uno spettacolo scintillante, sensuale ed onirico, nel rispetto del suo particolare stile.

Domenica 12 maggio il Teatro Lirico di Cagliari partecipa, per il settimo anno consecutivo, alla manifestazione “Cagliari Monumenti Aperti”, giunta alla XVII edizione e che, quest’anno, è dedicata al 70esimo anniversario dei bombardamenti alleati del secondo conflitto mondiale, con una serie di visite guidate al Teatro, realizzate in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” e l’Associazione “Italia Nostra” di Cagliari, e con un concerto straordinario, a ingresso libero, dell’Orchestra del Teatro Lirico, diretta da Giovanni Battista Rigon, recentemente insignito del “Premio Abbiati”. Al termine del concerto, nella facciata esterna del Teatro, vengono proiettati i cortometraggi di Peter Marcias, Gianfranco Cabiddu, Michele Columbu, Enrico Pau e Andrea Lotta, ispirati ai fatti bellici del 1943.

Mercoledì 15 maggio appuntamento con il concerto di Renzo Arbore e dell’Orchestra Italiana, con un nuovo grande show, che celebra i ventidue anni di vita della particolare formazione musicale che è composta da 15 grandi solisti, ciascuno specialista del proprio strumento. Durante la serata è previsto un omaggio a Roberto Murolo a dieci anni dalla scomparsa. Canzoni napoletane, performance musicali, escursioni nella musica latino-americana, celebri brani dalle altrettanto celebri trasmissioni televisive sono alla base di uno spettacolo veramente da non perdere.

Chiude il XIII Festival di Sant’Efisio il recital pianistico di un giovane talento ungherese: Balàzs Fülei che si esibisce, per la prima volta a Cagliari, giovedì 30 maggio, in un raffinato programma interamente dedicato al genio compositivo di Franz Listz. Tra i vincitori, nel 2010, del “Concorso pianistico internazionale Ennio Porrino” di Cagliari, il giovane artista ha inserito la tappa cagliaritana nel fitto calendario di manifestazioni promosse in occasione dell’anno culturale Ungheria-Italia 2013, ideato e realizzato dai rispettivi Ministeri degli Esteri, in collaborazione con il Ministero delle Risorse Umane di Ungheria, le rispettive Ambasciate a Roma e Budapest, l’Accademia di Ungheria a Roma e l’Istituto Italiano di Cultura a Budapest.

Artisti diversi per estrazione e per orizzonti sono i protagonisti del Festival. Ma ciascuna partecipazione riflette una scelta di fondo: rendere omaggio ad una festa votiva così importante con interpreti ed autori di assoluto valore artistico.


Per informazioni
Biglietteria del Teatro Lirico
biglietteria@teatroliricodicagliari.it
www.teatroliricodicagliari.it



Stefano Bollani, foto di Paolo Soriani

0 commenti: