mercoledì 17 ottobre 2012

L'Orchestra e il Coro del Teatro Lirico, diretti da Aldo Ceccato, inaugurano la nuova Stagione Concertistica a Cagliari


La Stagione concertistica 2012-2013 del Teatro Lirico di Cagliari viene inaugurata, venerdì 19 ottobre alle 20.30 (turno A) e sabato 20 ottobre alle 19 (turno B), come ormai consuetudine, dall’Orchestra e dal Coro del Teatro Lirico, diretti, quest’anno, da Aldo Ceccato, artista milanese tra i migliori interpreti del grande repertorio sinfonico. Il ruolo solistico è affidato al mezzosoprano moscovita Anastasia Boldyreva. Il maestro del coro è Marco Faelli.

Il programma musicale, di grande richiamo, delle serate inaugurali prevede, nella prima parte, l’esecuzione della Sinfonia n. 6 in Re maggiore, op. 60 di Antonín Dvořák, mentre nella seconda parte della serata viene eseguita la spettacolare cantata Aleksandr Nevskij, per mezzosoprano, coro e orchestra op. 78 di Sergej Prokof’ev, che celebra la vittoria russa sui monaci guerrieri invasori.

La Sinfonia n. 6 in Re maggiore, op. 60, di Dvořák, viene composta nel 1880 e viene diretta, per la prima volta, a Londra il 15 maggio 1882 dal famoso Hans Richter della Filarmonica di Vienna, al quale la sinfonia è dedicata (un’esecuzione, sebbene incompleta, aveva già avuto luogo nel marzo del 1881 a Praga sotto la direzione di Adolf Cech). Lo stesso autore la dirige poi nel 1884 sempre a Londra ed è un vero trionfo: da allora la Sinfonia n. 6 entra nel repertorio delle migliori compagini internazionali, molto apprezzata per la spontanea pienezza melodica, per il fascino sonoro e sensuale dell’orchestra e per il lirismo di cui è malinconicamente intrisa.
Una delle più celebri cantate del XX secolo, la musica di Aleksandr Nevskij viene rielaborata dalla colonna sonora composta, dallo stesso Prokof’ev, nel 1938, per l’altrettanto celebre film omonimo di Sergej Ejzenštejn. La Cantata op. 78 racconta, musicalmente, i diversi momenti della vicenda narrata nel film. Viene eseguita, per la prima volta, a Mosca il 17 maggio 1939 con l’autore alla guida della Filarmonica di Mosca. Come era avvenuto per la colonna sonora, viene anch’essa ben accolta dal pubblico e dalla critica. Nata anche come opera di propaganda stalinista, infatti inizialmente viene dedicata proprio al sessantesimo anniversario di Stalin, si carica di letture sempre più spiccatamente patriottiche dopo l’invasione dell’Unione Sovietica da parte di Hitler.



Per informazioni: 
www.teatroliricodicagliari.it
Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube

0 commenti: