martedì 9 ottobre 2012

Al via la Stagione di Prosa al Teatro del Giglio

Il mese di ottobre segna l’inizio della Stagione di Prosa del Teatro del Giglio, che, con un cartellone di diciannove spettacoli, porterà a Lucca i più importanti titoli della scena teatrale italiana (e non solo), con una intensa programmazione che durerà fino al mese di maggio 2013. 

Subito in apertura, ecco l’appuntamento esclusivo con una prima nazionale: Luca Barbareschi, nella doppia veste di regista e attore, porta in scena Il discorso del Re (19, 20 e 21 ottobre), già alla base del pluripremiato successo cinematografico con Colin Firth e Geoffrey Rush. 

Seguirà uno dei più noti society dramas di Oscar Wilde, Un marito ideale, in scena il 9, 10 e 11 novembre per la regia e l’interpretazione di Roberto Valerio, con Valentina Sperlì e Pietro Bontempo. Proseguendo un ideale fil rouge britannico, sarà al Giglio Macbeth di William Shakespeare, grande classico del teatro di tutti i tempi, in scena il 13, 14 e 15 dicembre per la regia di Andrea De Rosa e l’intensa interpretazione di Giuseppe Battiston e Frédrérique Loliée. Il 2013 al Giglio si aprirà invece con La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht (11, 12 e 13 gennaio),  lucida e incisiva parabola satirica sull’avvento del nazismo, con Umberto Orsini per la regia di Claudio Longhi. Tra gennaio e febbraio due spettacoli tutti partenopei coinvolgeranno il pubblico nelle atmosfere del grande teatro napoletano con La grande magia di Eduardo De Filippo interpretato dal figlio Luca (25, 26 e 27 gennaio) e Miseria e nobiltà di Eduardo Scarpetta nella frizzante interpretazione di Geppy Gleijeses, Lello Arena e Marianella Bargilli (1, 2 e 3 febbraio). Non mancheranno i grandi interpreti della nostra scena italiana: vedremo Sebastiano Lo Monaco impegnato ne Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello (1, 2 e 3 marzo), Franco Branciaroli in Servo di scena di Ronald Harwood (8, 9, 10 marzo), uno spettacolo di teatro e sul teatro; poi Monica Guerritore in una coinvolgente interpretazione di Oriana Fallaci in ...mi chiedete di parlare (22, 23 e 24 marzo) e Gabriele Lavia, che porterà in scena il secondo titolo pirandelliano della stagione, La trappola (12, 13 e 14 aprile). 


A corredo della Stagione, il progetto Appuntamenti con il Teatro del Novecento - Come le tradizioni del teatro hanno influenzato la scena contemporanea,  frutto della collaborazione tra Teatro del Giglio, Teatro Del Carretto e Assessorato alla Cultura del Comune di Lucca: un cartellone di iniziative per ripercorrere alcune tra le più significative esperienze del Teatro del Novecento, incontrandone autori e interpreti, offrendo l’opportunità di avventurarsi tra le tradizioni del passato e la ricerca contemporanea. Introdotto dal critico teatrale Gianfranco Capitta – che incontrerà il pubblico il 20 novembre alle ore 18 (Teatro San Girolamo) con un intervento dal titolo Un secolo andato in scena precipitosamente – il programma prosegue con incontri, workshop per attori (professionisti e non) e dimostrazioni di lavoro tenuti da interpreti storici dell’Odin Teatret di Eugenio Barba, del Théâtre du Soleil di Ariane Mnouchkine e da Oskaras Koršunovas, ai quali si alterneranno gli incontri con Grazia Cipriani e Graziano Gregori del Teatro Del Carretto e con la scrittrice Dacia Maraini. Chiuderà il ciclo, il 12 maggio 2013, lo spettacolo in prima nazionale Miranda, adattamento de La tempesta di William Shakespeare, trasformata in un dramma sociale sullo sfondo del regime sovietico e diretto da uno dei più acclamati registi dell’attuale scena europea, il lituano Oskaras Koršunovas.

***

L’offerta degli spettacoli di Prosa si amplierà anche quest’anno con il cartellone della Prosa San Girolamo, che inizierà nel mese di gennaio 2013: otto titoli organizzati nei due percorsi tematici di Teatro al femminile e Teatro di impegno civile. Il Teatro al femminile  (cinque spettacoli) porterà a Lucca grandi donne interpreti del teatro italiano come Ottavia Piccolo con L’arte del dubbio, tratto dall’omonimo libro di Gianrico Carofiglio (19 gennaio); Pamela Villoresi, con Il mio Coppi (7 marzo); Stefania Rocca in L’anno del pensiero magico di Joan Didion (14 marzo); Laura Lattuada, che interpreta due racconti di Susanna Tamaro nello spettacolo L’inferno non esiste (6 aprile); Maria Letizia Gorga, che darà vita e voce alla celeberrima Dalida in Avec le temps, Dalida (17 aprile). Il trittico del Teatro di impegno civile inizierà invece il 28 febbraio con La solitudine dell’onestà - Giorgio Ambrosoli: cronaca di un omicidio annunciato di Luigi Galluzzo, per la regia di Matteo Tarasco, dedicato all’avvocato assassinato nel 1979. Seguiranno due giorni rivolti alla riflessione sulla criminalità organizzata nel nostro paese: il 2 e il 3 marzo, rispettivamente con Assolo contro la ‘ndrangheta di Enrico Bernard, con Giovanni Scifoni, e Per non morire di mafia di Pietro Grasso, regia di Alessio Pizzech, interpretato da Sebastiano Lo Monaco


Info www.teatrodelgiglio.it

0 commenti: