lunedì 27 febbraio 2012

Cronaca della notte degli Oscar 2012

Autore: Selene Coccato

Eccomi qui, anche quest'anno alla notte degli Oscar…ore 1.45 italiana, e per ora solo red carpet.

Chi vincerà questa notte?

Io ho visto ben poco... un po' perchè i film, in Italia, non sono ancora arrivati, un po' perchè non mi attiravano e un po' perchè nelle multisale nostrane alcuni film non arriveranno mai.

Oggi ho visto Paradiso amaro. Bello, forse non da Oscar. Ma George è fantastico e se lo meriterebbe. I bookmakers Sky, e non solo, danno The artist come vincente, mentre nella categoria migliore attrice, a sorpresa, c'è Viola Davis per The help.

Gli abiti migliori quello di Michelle Williams in rosso e Gwyneth Paltrow in bianco.
Arriva George con la sua stangona (mi manca la Canalis) e poi, eccolo, Brad con capello lungo: meraviglioso. Il film non l'ho visto ma mi fido sulla sua parola, e se vincesse meriterebbe l'Oscar scippatogli per Benjamin Button.

Grandi esclusi? Tre nomi tra tutti: Di Caprio-Goslin-Fassenbender. Ignobile!
Tra poco comincerà la serata...mancano poco più di 10 minuti e Natalie Portman, in rosso, è intervistata a teatro quasi pieno. Stasera probabilmente premierà il migliore attore.
Billy Cristal presenterà. Molto retrò, come gli Oscar di quest'anno dal muto di The Artist all'omaggio di Melies di Hugo Cabret.
Ecco.
Si comincia, alle 2,30 precise. Billy Crystal prende in giro il cinema di quest'anno: un classico. Poi canta e sembra di vederlo in un suo musical. Oggetti della sua performace: i candidati di quest'anno.

Tom Hanks presenta il primo premio: migliore fotografia a Hugo Cabret. Un inizio diverso dal solito. Ogni anno si comincia dal migliore attore non protagonista. Hanks premia anche la scenografia...ce la faranno i nostri? Sì! Grandi Ferretti-Lo Schivo a quota tre. Dedica all'Italia: grazie!

J Lo e Cameron Diaz scintillanti, premiano The artist per migliori costumi. Il culone della Lopez e il culetto della Diaz, di spalle, premiano The iron lady per miglio trucco.

Tra poco la migliore attrice...La Bullock in tedesco premia il film iraniano: A separation.
Una scelta politica?

Bale in splendida forma consegna il primo premio caldo: migliore attrice non protagonista. Octavia Spencer per The help. Tutti in piedi ad applaudire, lei è davvero emozionata.

Simpatico video sui focus group. Poi Tina Fey e Bradley Cooper premiano il miglior montaggio: The girl with the dragon tatoo. Poi miglior montaggio e mixaggio sonoro a Hugo Cabret a quota quattro premi. Cirque du Soleil sul palco del Kodak Theatre. Robert Downey Jr, sexy come sempre, e Gwyneth di bianco vestita, premiano Undefeated come migliore documentario.

Cris Rock premia il miglior film d'animazione, ovviamente vince Rango.
Migliori effetti speciali a Hugo Cabret.
Melissa Leo premia il migliore attore non protagonista: l'ottantaduenne Plummer.

Dopo lo sketch di Crystal, ecco il momento dedicato alla musica. Owen Wilson e Penelope Cruz in viola premiano la colonna sonora di The artist.
La canzone migliore invece è quella dei Muppets.
Angelina Jolie con uno spacco alla Belen, ma senza farfallina, premia la migliore sceneggiatura non originale: Paradiso amaro. Completamente d'accordo.

Un tema drammatico trattato in piacevole chiave ironica: Midnight in Paris vince per la migliore sceneggiatura originale, ma Woody Allen non c'è.
E dopo al pausa, i cortometraggi. Anche un italiano tra i candidati.

Le amiche della sposa premiano The shore, Saving face, The fantastic flying book of mr Morris. Hazanavicius si aggiudica la migliore regia e batte quattro mostri sacri.

The artists si avvia a vincere nelle categorie più importanti....What a wonderful world per ricordare gli scomparsi di quest'anno.

Io tifo per George Clooney...e a vincere il premio per migliore attore protagonista è... Jean Dujardin; emozionatissimo, legge il discorso in inglese e poi ringrazia anche in francese.
Il primo attore francesce a vincere l'Oscar come migliore attore.

17 nominations, solo 2 Oscar, ma ecco la terza statuetta per la grande Meryl Streep che fa un bellissimo discorso.

Tom Cruise infine premia come da copione THE ARTIST, il trionfatore di questa edizione degli Academy Awards.
Poche sorprese, tante conferme.
E a vincere, con The artist, è il cinema.
Buona notte a tutti!

0 commenti: