mercoledì 19 ottobre 2011

Mascagni, musica da guardare

Presentazione del libro "Mascagni, musica da guardare" di Giovanna Talà, venerdì 21 ottobre ore 17.30 nel Ridotto del Teatro del Giglio.

Venerdì 21 ottobre alle ore 17.30 nel Ridotto del Teatro del Giglio Alberto Paloscia - Direttore Artistico del Teatro Goldoni di Livorno - presenterà il libro "Mascagni, musica da guardare" della fotografa di scena Giovanna Talà, che sarà presente all'incontro.

Fotografa di grande fama, nel corso della sua lunga carriera Giovanna Talà ha scattato immagini di artisti del calibro di Piera Degli Esposti, Mariangela Melato, Peppe Barra, Roberto De Simone, e di artisti della danza internazionale come i Momix e Linsday Kemp. Negli anni si è anche dedicata con passione alla documentazione fotografica del teatro lirico di Pietro Mascagni andato in scena nella sua Livorno; frutto di questo intenso lavoro è il volume "Mascagni, musica da guardare", con il quale Giovanna Talà ci consegna una nuova preziosa testimonianza del suo instancabile lavoro di "teatrante" e di fotografa d'arte. Da L'amico Fritz a I Rantzau, dalla messinscena di Lindsay Kemp dell'edizione del centenario di Iris fino alla giocosa e pittorica edizione de Le Maschere, tutte le rappresentazioni mascagnane sono state seguite dall'obiettivo sensibile dell'artista-fotografa.

Alberto Paloscia così scrive di Giovanna Talà: «Delle sue foto di scena mi ha colpito soprattutto un aspetto: dello spettacolo ella mira a restituire non certo il lato più esteriore e 'cronachistico', bensì i ritmi più reconditi, quasi assaporando il respiro vitale della scena, delle luci, degli spazi, e carpendo i momenti più intimi del lavoro del regista, le sfumature più sottili della recitazione degli artisti come pure il magico tableau vivant offerto dalle scene corali e dai movimenti d'insieme. Il teatro d'opera, in poche parole, nelle fotografie di Giovanna viene esaltato nella sua essenza di spettacolo totale e di visione "pittorica". ».

L'ingresso all'incontro è gratuito.

***

GIOVANNA TALÁ

Vive a Livorno e fotografa dal 1955.

E’ professionista FIAP-UNESCO dell’arte fotografica. Numerosi i riconoscimenti e le collaborazioni con Case editrici e Riviste. Dopo aver frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Firenze, si specializza nel 1964 nell’Educazione all’immagine all’Università di Padova (professori Petter e Rodari). Nel 1981 la specializzazione in Psicologia dello Sport dell’A.I.P.S. (Associazione Italiana psicologia dello sport), le è necessaria per allargare la conoscenza dei sensi motori nell’animazione teatrale. Sente un’attrazione particolare per il teatro sperimentale (la stretta parentela con Eugenio Barba la spinge ad esperienze nuove e di Maurizio Buscarino sperimenta il laboratorio su “Il Teatro quotidiano”). D’altra parte il teatro impegnato la fa fotografare per Roberto De Simone, Peppe Barra, Lina Sastri, il Teatro Del Carretto, Piera Degli Esposti, Mariangela Melato, Moni Ovadia. Nel 1993, attratta dalle combinazioni sociali e culturali, scopre il Teatro della Fortezza diretto da Armando Punzo - già allievo di De Simone - e da Annet Hennemann. Ne fa un reportage fotografico spontaneo e psicologico. Per affinità al suo tipo di lettura segue il “Teatro-Danza” e molte sono le compagnie che hanno le sue immagini, dai Momix a Micha Van Hoecke, da Linsday Kemp a Kazuo Ono e Carlotta Ikeda. Dal 1990 collabora con il Teatro Goldoni di Livorno nel “Progetto Mascagni”, con lo scopo di creare un archivio fotografico teatrale cui si possa attingere per mostre, pubblicazioni e manifestazioni sulla figura del Maestro, il cui genio musicale ha fatto conoscere Livorno in tutto il mondo.

0 commenti: