venerdì 2 settembre 2011

Carnage - Roman Polanski

68esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia

Carnage - Roman PolanskiAutore: Lucio Laugelli

Roman Polanski approda al Lido con un nuovo film sperimentando un genere che normalmente non gli appartiene: la commedia brillante.

Rinchiude quattro grandissimi attori in un appartamento della grande mela e li dirige per circa un'ora e venti senza mai perdere il ritmo, senza mai far annoiare chi segue.

Nel Pala Biennale (quasi del tutto pieno) anche se sono le nove di mattino la gente non dorme come capita invece di vedere in tante altre proiezioni.

La storia è questa: due coppie di genitori agli antipodi si ritrovano per discutere e prendere una decisione in seguito ad un incidente tra i loro figli undicenni: uno dei due ha ferito l'altro, con un bastone, in un parco.

Il maestro francese parte da un banale spunto quotidiano per raccontare tutto: la famiglia in crisi, l'alcol che trasforma in poco tempo le persone, i rapporti genitori-figli, il mondo del lavoro. Tutto affrontato in chiave ironica, cinica, scorrevole. Tutto sfiorato, mai approfondito realmente, come è ovvio in una commedia del genere che ci fa dimenticare persino di essere sempre nella stessa location (un salotto) e trasforma il set cinematografico in un palcoscenico teatrale.

Il pubblico ride di gusto, ogni tanto applaude a qualche battuta. Proprio come se gli attori fossero lì, proprio come a teatro.
E' divertito.
Come è giusto che sia.

Nulla da eccepire. Clap clap Mr. Polanksi.

0 commenti: