martedì 1 marzo 2011

Paolo Galletti


BIO
Pittore contemporaneo lucchese inizia la sua carriera negli anni settanta creando opere dal forte impatto emotivo raffiguranti soggetti astratti e paesaggi surreali mescolando pennellate di futurismo bagnate con un sottile velo di forte soggettività e fantasia.
L'intento dell'artista era quello di trasportare sulle tele i temi sociali del momento: l'urbanizzazione, l'industrializzazione, il consumismo e il problema ecologico. Attraverso la sua pittura, il pittore esprimeva il suo dissenso verso ciò che stava accadendo in quel periodo.
Dopo una lunga pausa di parecchi anni, il pittore, si riavvicina all'arte e questa volta il prodotto della sua creatività sono opere bellissime dall'alto contenuto soggettivo visionario che però hanno come punto di riferimento la sua città Lucca. Il suo modo di rappresentare Lucca nelle sue opere è di una spettacolarità unica sia dal punto di vista creativo che visivo. Queste sue caratteristiche rendono l'artista uno dei più amati dagli stranieri in visita nella nostra città.

LA MIA ISOLA
La Lucca di Galletti è una città che non abbiamo ancora visto, la cui suggestione è mai mediata e sempre evidente. Le atmosfere che la pervadono sono cariche di enigmaticità e colpiscono proprio per questi apparenti misteri. Lo scenario urbano è protagonista assoluto delle tele, dove l'umanità sembra essere scomparsa o abbia abbandonato per qualche ignota ragione la vita. Una scena calcata in assoluto dall'assenza dell'umano e del suo vivere. Ma con la consistente colonna sonora data dal silenzio più universale, che sottolinea in maniera inequivocabile la distanza aliena di una realtà superconosciuta da tutti noi.

Sito web: www.paologalletti.com
Email: info@paologalletti.com







0 commenti: