lunedì 28 febbraio 2011

Raffaello Ferrari - Ombre e presenze a Lucca


BIO
Raffaello Ferrari si avvicina alla fotografia nel 1998 frequentando i corsi di Primo Livello e successivamente di “Educazione all’ Immagine”, tenuti a Lucca da Roberto “Bob” Evangelisti. Da allora ha partecipato a molte mostre collettive. Nel 2000 è uno dei fondatori del Circolo di Cultura Fotografia “Photolife Lucca”.
In seguito, nel 2006, partecipa ai workshop (“Reportage e paesaggio sociale”) tenuti dal fotografo Ivo Saglietti e comincia a tenere mostre personali a Lucca. Nel 2007 il reportage “Ragazzi di Mare” effettuato a Salina, proprio durante un workshop di Ivo Saglietti, viene segnalato al LuccaDigitalPhoto Contest ed esposto durante la manifestazione fotografica.
Dal 2008 si appassiona ai giochi di ruolo dal vivo e segue per quasi un anno e mezzo le associazioni GrvItalia e Camarilla Italia. Le foto dei giochi di ruolo vengono pubblicate sulle guide associative e i siti web delle due associazioni, sulle riviste Vampiri e Glamour.
Nel Febbraio del 2010 le foto delle Mura di Lucca vengono acquisite dall’ Archivio Fotografico di Lucca ed entrano a far parte della storia della città. Per la sua ultima mostra “Ombre e Presenze a Lucca” ottiene il patrocinio del Comune di Lucca.
Nell'estate del 2011 Raffaello partecipa al concorso fotografico internazionale “The First China International Internet-based Photography Competition”, non vince, ma una delle sue foto rientra nelle prime 500 (su oltre 32000 foto inviate al concorso) e viene esporta nella mostra del concorso a Changsha in Cina.

Web: www.raffaelloferrari.com
E-mail: foto@raffaelloferrari.com / raffa.foto@mobile.me

Il progetto - Ombre e presenze a Lucca
Il racconto di una città attraverso i suoi abitanti ritratti in una visuale insolita, non in chiara e riconoscibile figura, ma ombre e fugaci presenze.
Perchè le città (non tutte, per fortuna!) sono proprio questo: un luogo di passaggio veloce dove spesso non si conosce nemmeno il vicino di casa; ed allora ecco l'idea di raccontare un luogo dove appare lo "sconociuto" per eccellenza: l'ombra o, in sua mancanza, una presenza umana che non è riconoscibile.
La città è sempre presente e, attraverso gli scorci di luce ed ombra, sembra essere avvolta da un velo di mistero ed inquietudine.
Questa però è la visione che ho voluto raccontare, anche per ricercare un po' di originalità e per sfuggire al tipico-racconto-cartolina che si trova nei depliant delle agenzie del turismo. In realtà Lucca è una splendida cittadina, piena di verde e stracolma della famosa simpatia toscana... quindi non scappate e venite a visitarla!


























0 commenti: