sabato 4 novembre 2006

Lucca C&G 2006: Terzo Giorno

Terzo giorno qui al quarantesimo compleanno di Lucca Comics & Games.
Nonostante il clima si faccia sempre meno mite, un buon numero di avventori affolla i padiglioni. Forte di avere al mio fianco una stupenda presenza femminile (spero che il direttore esecutivo non ne sia geloso – n.d.r.), mi aggiro per gli stands, e noto come ogni anno questi siano in grado di fornire articoli interessantissimi e sempre vari per le folle di visitatori; segno questo che i Comics & Games rimangono un'occasione irrinunciabile (ed una vetrina imperdibile) anche per chi lavora in questo mondo.
La “vox populi” è spaccata tra chi è favorevole alla originale dislocazione dei C&G di quest'anno, e chi la ritiene una trovata dispersiva (soprattutto di energie). L'unico coro comune viene dal tema prezzo del biglietto: sebbene sia stato approntato uno sconto per chi arrivi a Lucca via treno, l'elevato esborso di euro è in cima a parecchie liste di “contro”.
Come dicevo, accompagnato da una deliziosa fatina, vago qua e là: mi soffermo ad ammirare il mitico Gabriele Dell'Otto, impegnato a disegnare per i fans allo stand Panini; mi dilungo a sfogliare enormi cataste di locandine cinematografiche, la cui varietà e qualità sono straordinarie; ammiro a bocca aperta gli straordinari lavori di modellismo ed oggettistica che gli espositori presentano. Il bello della manifestazione sta anche in questo: riuscire a catturare anche chi non necessariamente vuol mettere mano al portafoglio, grazie proprio alla miriade di situazioni presenti al suo interno.
si comincia a chiudere, e mi avvio verso casa (sottobraccio alla suddetta deliziosa signorina gongolante per i suoi acquisti) nel pungente freddo novembrino. Appuntamento a domani per il quarto giorno, vigilia del gran finale.

0 commenti: