giovedì 2 novembre 2006

Lucca C&G 2006: Secondo Giorno

Autore: Francesco Zavattari - Direttore di 4rum.it

Una buona affluenza e un sole assai freddino caratterizzano questa seconda giornata di Comics.
Oggi dedichiamo la nostra presenza soprattutto al cercare di carpire commenti e impressioni fra i presenti.
Jacopo viene da Cuneo e seguirà tutti i giorni del salone “La distribuzione degli stands è un po’ “incasinata” (parlando capiamo che “incasinata” sta per dispersiva – N.d.R.) e rischia di valorizzare soprattutto la presenza di chi, come noi (è con un gruppo di amici – N.d.R.), rimane per più di un giorno. La cosa buona però è che in questo modo si vede molto la città"
Francesco da Milano ci dice “Quello che propongo è un sistema migliore per l’entrata” Quest’anno il Lucca Comics adotta un sistema multiplo che prevede il rilascio di un biglietto e di un bracciale “Io credo che la cosa più comoda sarebbe dare solo il bracciale. Ah, se posso dirlo, ho notato che c’è poca “segnaletica”, ma l’esposizione è comunque molto bella”
Continuiamo a visitare i vari padiglioni e ci imbattiamo in un gruppo di bellissimi Cosplayer cagliaritani “E’ tutto un po’ troppo dispersivo” lamenta Gianluca (truccato, come gli altri, in maniera eccelsa – N.d.R.)


“Questo è il mio terzo anno come visitatore e c’è da dire che questa edizione è più completa e c’è più “roba”!” Alessia e Enrica, parte del gruppo cagliaritano, ribadiscono il concetto della dispersione e ci parlano un po’ del modo in cui hanno raggiunto Lucca e come sono sistemati in questi giorni.
Incontriamo poi Arianna e Chiara “Uno Spettacolo!” ci dicono “Ci piace questa distribuzione dei padiglioni e oltretutto è migliorata la situazione alle casse rispetto agli altri anni. La cosa bella è che ci si sente più liberi di muoversi in un contesto così ampio”.
E’ ricorrente la critica per l’ampiezza della mostra e per la dispersione che viene così a crearsi. A nostro modesto parere la sistemazione è delle migliori e ci auguriamo che possa continuare così nei prossimi anni. C’è solo da muovere un po’ le gambe, ma è molto piacevole visitare Comics & Games in una tale cornice. Per quanto riguarda la dispersione poi, noi non abbiamo affatto avuto questa sensazione e anzi, mai come in questi giorni Lucca è la grande capitale italiana del fumetto e il numero di persone interessate è tale da rendere il tutto accogliente e molto raccolto.

0 commenti: