lunedì 6 novembre 2006

La mia Lucca Comics&Games 2006

Autore: Brad Stallion

Cos’e' che si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole e fra le mura sprinta e va? Ovviamente Lucca Comics&Games! Eh si'! Perche' quest’anno la sfida di (ri)portare la principale manifestazione italiana del settore all’interno delle splendide mura cittadine (o a ridosso delle stesse, nel caso dell’area games), era veramente impegnativa!
Personalmente ero molto perplesso: da assiduo frequentatore ormai da oltre 3 lustri, trovavo molto comodo avere tutti i padiglioni gli uni vicini agli altri, in modo da saltare da un padiglione games a uno con i collezionisti comics, prendendo tempo per trovare il coraggio di comprare la diciassettesima espansione di "Zombies!!!", tornare ai games per acquistarlo, e fare la stessa cosa con il padiglione comics precedente dove avevamo lasciato gli occhi sull’edizione rilegata gold superlux di "Superman contro Dylan Dog (con 3 etti di criptonite)", correndo infine al padiglione degli editori per farselo autografare direttamente dall’autore!
E invece? Invece... funziona! I padiglioni sono piu' distanti ma non cosi' distanti... La cornice lucchese da' lustro alla manifestazione e favorisce l’impressione di trovarsi all’interno di un evento davvero "magico". Purtroppo il prezzo del biglietto, specialmente per chi vuole approfittare di tutti i giorni della fiera, ricorda ai babbani che solo Harry Potter ha un cospicuo conto alla Gringott...
E' impressionante trovarsi immersi nella pacifica, straripante invasione di appassionati che affollano il centro storico. In questo senso la parte del leone la fanno gli indomiti cosplayer, molti dei quali coperti da 13-14 grammi (abbondanti) di cotone, a dispetto della temperatura prossima allo zero assoluto. Le persone normali (sto scherzando!) li guardano divertiti e con curiosita': ehi, meglio essere invasi da Dart Fener che dai tedeschi, giusto? (non sto scherzando!)
Fra i non travestiti (?) e' enorme il numero di persone veramente esperte di fumetti e giochi: li senti parlare e capisci che, malgrado tu abbia 15671 albi a fumetti in casa, alla fin fine, sei un ignorante!!! Simpatici, informatissimi, appassionati, quasi maniacali.
Personalmente, da genuino appassionato, oltre che passeggiare il piu' possibile fra gli stand, amo partecipare agli incontri con gli autori. Consiglio l’esperienza a tutti i lettori di fumetti perche', anche se la cosa piu' importante e' leggerli, i fumetti, questi incontri sono spesso molto interessanti e divertenti. Voglio terminare questo mio breve resoconto con un po' di cose che mi hanno colpito e/o divertito proprio durante il confronto fra autori e pubblico:

* "Ricordati che stiamo parlando di fumetto popolare, questo vuol dire che non devi approcciarlo pensando di scrivere LA storia che prepari da una vita, significa invece che devi produrre 60 albi in 10 anni e che, quindi, di cartucce da sparare ne devi avere parecchie" - Pasquale Ruju (sceneggiatore Bonelli), rispondendo ad una ragazza che chiedeva qualche dritta per diventare sceneggiatrice.


* "La liberta' di satira in Italia la fanno i tribunali" - Mario Cardinali (il Signor Vernacoliere) citando alcune sentenze, alcune positive, altre negative, che diversi tribunali hanno prodotto in merito alle molteplici querele che il Vernacoliere (una delle poche voci libere e indipendenti in Italia) deve regolarmente affrontare.

* "Il fumetto non e' un genere, ma un mezzo" - Tito Faraci (sceneggiatore Bonelli, e non solo).

* "Alcuni credono che ci sia solo un disegnatore dietro a una serie a fumetti! A volte dico a qualcuno che disegno Diabolik e quello mi risponde: "cosi' giovane!!!" pensando che l'abbia sempre e solo disegnato io!!!" (grasse risate) - Giuseppe Palombo (disegnatore Diabolik, e non solo, e non da solo!!!).

Insomma, anche quest'anno sono tornato a casa felice, portandomi dentro qualche ricordo in piu' e tenendomi in tasca qualche contante in meno, spesi per la diciassettesima espansione di "Zombies!!!" e per l'edizione rilegata gold superlux di "Superman contro Dylan Dog (con 3 etti di criptonite)"...

Arrivederci al prossimo anno!!!

0 commenti: