sabato 28 ottobre 2006

Lucca C&G 2006: Le prime mostre

Autore: Francesco Zavattari - Direttore di 4rum.it

Si è aperta oggi ufficialmente questa quarantesima edizione del “Lucca Comics & Games”. Come ogni anno, si comincia con le mostre espositive allestite presso l’auditorium lucchese di San Romano. In una magnifica cornice barocca, sono allestite 7 differenti mostre. Si comncia con Gipi (anche autore del manifesto), senz’altro l’artista a cui viene dedicato più spazio. Un riconoscimento meritato per quello che è uno dei più rilevanti disegnatori europei. Sono presentate molteplici tavole di un fumetto inedito dal titolo “S.”, inoltre sono esposti diversi bellissimi disegni tratti da “Questa è la stanza” e le splendide tavole monocromatiche da “Appunti per una storia di guerra”.

C’è poi la mostra dedicata a Vanna Vinci, interessantissima artista sarda che ha saputo ben coniugare la manualità europea con i tratti più propri dei manga giapponesi. 21 tavole tratte da “Sophia, la ragazza aurea”, 21 da “Aida al confine” e una manciata di strisce relative a “La bambina filosofica”, rappresentano una vera e propria chicca di questa edizione.

Ancora un'area dedicata a “Alpha”, fumetto disegnato dal russo Youri Jigounov e sceneggiato dal compianto Pascal Renard prima e da Mythic poi (entrambi belgi). Si prosegue con una mostra dedicata alla rivista storica del fumetto d’autore “Skizzo”, a quella che vede i lavori di un’ottantina di allievi della Scuola Internazionale di Comics fiorentina e, molto interessante, quella dedicata a “Ford Ravenstock – Specialista in Suicidi”, prodotto vincitore dello scorso “Lucca Project Contest”, il concorso che pubblica (in collaborazione con “Panini”) il miglior lavoro scelto durante i Comics.

L’inaugurazione è presentata da Giovanni Russo (coordinatore di Lucca Comics - nella foto) e seguita da diverse autorità, fra cui il direttore del vicino Museo Nazionale del Fumetto, Gianni Bono, a cui chiediamo com’è strutturata la collaborazione fra il MUF e il Lucca Comics “Strettissima” risponde “in questo momento abbiamo insieme la mostra dei ‘40 Ruggenti’. La nostra, inoltre, è una collaborazione che si sviluppa durante tutto l’anno, io spero con cadenza mensile. Abbiamo adibito la sala Magna a luogo per incontri con autori e personaggi promossi dal Lucca Comics”. Visitiamo la mostra intrufolandoci in ogni angolo e incontriamo Roberto Irace, Responsabile Progettazione Mostre, gli chiediamo un’impressione su come si sono svolti i lavori di allestimento fin ora e cosa auspica per i giorni a venire “I lavori sono andati bene. Sono stato coadiuvato da un valente gruppo di collaboratori che cresce ogni anno e sono stato molto contento anche perché abbiamo fatto una selezione basata su un gruppo ristretto che sta dando ottimi frutti. Stanno crescendo le nuove leve sulle quali contiamo molto. Come previsioni, pensiamo veramente che possa esserci un nuovo record di presenze, grazie al fatto che le mostre saranno in città, cosa che probabilmente attirerà più curiosi. C’è molto parlare su questa ricorrenza dei quarant’anni e di questo matrimonio fra la città e il Salone del Fumetto e del Gioco”

0 commenti: