domenica 1 ottobre 2006

Kenneth Anger: Vita = Arte.

Autore: Lorenzo Riccò

La vita di Kenneth Anger, è quella che si potrebbe definire “una vita alla Big Fish”, appare straordinaria agli occhi della persona comune, così satura di personaggi che hanno fatto la storia come Jimmy Page e Mick Jagger, ma anche con lati inquietanti come il rapporto con Bobby Beausoleil e la “famiglia” di Charles Manson. Il Lucca Film Festival, ha il privilegio di ospitarlo attivamente durante la manifestazione, di avere una retrospettiva a lui dedicata, e cosa non da poco, di presentare il suo ultimo lavoro, "Mouse Heaven" del 2004. Esponente di spicco dell’ avanguardia statunitense, ottenne la notorietà nel 1958 con il libro “Hollywood Babilonia”, in cui raccontava gli scandali dei ricchi di Hollywood. “Fireworks”, il suo primo film, risale comunque al 1947 ed attirò successivamente l’ attenzione di Jean Cocteau che lo invitò a Parigi. Gli anni ’60 lo videro protagonista con il progetto "Lucifer Rising”. Leggendo varie interviste rilasciate con gli anni, la realizzazione del film sfuma nella mitologia. Kenneth Anger ingaggiò per il film Bobby Beausoleil (legato alla setta di Manson e tuttora in carcere per l’ omicidio di un uomo), ma in seguito a un diverbio fra i due, l’ attore rubò gran parte della pellicola con le riprese del film. Qualche tempo dopo, una delle ragazze del reverendo sarebbero andate da Anger a chiedere un riscatto per le sue pellicole. Il regista si rifiutò e fu così che Beausoleil prima di andare in prigione le seppellì in una buca nella Death Valley. Ma non è finita qui, l' imprevidibilità della storia continua con Anger che propone il rimanente del film a Mick Jagger, che realizzò la colonna sonora con un Moog elettronico: il film si era trasformato così in “Invocation to my demon brother” del 1969 (presente al festival). Ma se pensate che l’ avventura sia finita vi sbagliate, perché la realizzazione di “Lucifer Rising” continua negli anni ’70, con la colonna sonora che viene affidata a Jimmy Page dei Led Zeppelin. Pure qui in seguito a una discussione ampiamente pubblicizzata, Anger accusa Page di dipendenza dalla “bianca signora”; la collaborazione sfuma nel nulla e la composizione torna nelle mani di, pensate un po’, Beausoleil, che la completa intorno al 1980 dal carcere. Quali altre sorprese riserva Kenneth Anger? Ci vediamo dal 24 al 30 settembre al Lucca Film Festival.

Filmografia
• Who Has Been Rocking My Dreamboat (1941)

• Tinsel Tree (1941-1942)

• Prisoner of Mars (1942)
• The Nest (1943)

• Escape Episode (1944)

• Drastic Demise (1945)

• Escape Episode (versione breve, con sonoro) (1946)

• Fireworks (1947)
• Puce Moment (1949)

• The Love That Whirls (1949)

• Maldoror (1951-1952, incompiuto)

• Eaux d'Artifice (1953)

• Le Jeune Homme et la Mort (1953)

• Inauguration of the Pleasure Dome (1954, rimontato nel 1966)

• Thelema Abbey (1955)

• Historie d'O (1959-1961)

• Scorpio Rising (1963). Trad. it.: Scorpio rising, Columbia Tristar home video, 1996.

• Kustom Kar Kommandos (1965)
• Invocation of My Demon Brother (1969)

• Lucifer Rising (1970-1980)

• Rabbit's Moon (1972)
• Don't Smoke That Cigarette (2000)

• The Man We Want to Hang (2002)

0 commenti: