martedì 1 novembre 2005

WHO IS THE MAN, BABY?

Autore: Barone Birra

Anatomia di Lobo

Lobo è l’eroe che tutti i bambini vorrebbero avere come amico. Per avere un’idea del personaggio si può ricorrere ad una composita, ma semplicissima, definizione: prendete della cattiveria allo stato puro, unitela al più gretto maschilismo possibile ed immaginabile, farcite con l’odio più sfrenato per ogni altro essere vivente eccetto sé stesso, guarnite con l’anima più metallara e metallosa del creato, spolverate tutto con l’amore per il sangue che scorre al ritmo di scariche di mitra, ed avrete il signor Lobo, meglio conosciuto dagli amici come “L’Uomo”. Tutto tatuaggi, capelli lunghi, trucco alla Kiss, croce di ferro al collo, pettorali grandi come un Picasso, Lobo è di certo il più grandioso e bastardo protagonista di una testata di fumetti all’interno della DC Comics, ma la sua meravigliosa figura è oscurata da supereroi sciatti e banali come Batman, Superman, ecc. Egli è certamente il super cattivo per eccellenza, amante delle armi e delle belle donne; come se non fosse sufficiente, uno dei suoi creatori, il maestoso maestro Simon Bisley, gli ha infuso la sua passione per l’heavy metal più estremo (tra cui spiccano dei certi signori che rispondono al nome di Slayer…), tanto che lui stesso è, all’interno del fumetto, chitarrista trash-metal dalle doti eccelse. Alieno proveniente dal pianeta Czarnia, “L’Uomo” è cacciatore di taglie di professione, dotato di un fortissimo senso dell’onore e ancora più grande per un fattore rigenerante che lo rende praticamente immortale: il suo spiccatissimo ego lo spinge a (auto)definirsi “e fottutibus rex”. Come si può resistere dunque a questa simpatica canaglia? Memorabile è senza dubbio la sua battaglia con Babbo Natale (terminata con la morte del vecchio grassone!!! Rock’n’Roll!!!), uno dei momenti più alti del fumetto mondiale. Lobo (“lupo” in spagnolo) è dunque il maschio che ogni uomo vorrebbe essere, ma non necessariamente il maschio che ogni donna vorrebbe; in fondo cosa si può volere di più da un pezzo di carta che dice le parolacce? Lobo: se lo conosci, lo eviti.

0 commenti: