giovedì 17 novembre 2005

Simone Bianchi

Uno sguardo al lavoro di uno dei più quotati nuovi nomi del fumetto

Colori pastosi, atmosfere cupe ed evocative, sono questi alcuni degli elementi che caratterizzano le opere di Simone Bianchi. Lucchese di nascita, inizia la sua carriera nel mondo del fumetto e dell’illustrazione giovanissimo, prima pubblicando strisce umoristiche per Il Tirreno, poi disegnando i primi albi di Nembo e Rivan Ryan. Per il carattere estremamente evocativo ed epico dei suoi lavori, egli è molto apprezzato negli ambienti hard rock e heavy metal. Per questo motivo è stato spesso coinvolto nella realizzazione del concept design di video musicali, tra cui spicca come importanza e magnificenza Stop the Train dei napoletani 99 Posse, nonchè di cd musicali (degno di nota è l’illustrazione Vision Divine per il cd dei Labyrinth). E’ del 2000 la prima raccolta ufficiale dei suoi lavori, Echi, cui seguirà due anni dopo The Art of Simone Bianchi. Contemporaneamente si occupa di character design, storyboard, e supervisione artistica alla modellazione 3D per diversi prodotti italiani. La storia più recente vede Simone Bianchi impegnato nella realizzazione di Shining knight ed Ego Sum (saga fantascientifica tinteggiata d’elementi cyberpunk), opera che lo vede impegnato, oltre che come disegnatore, anche come sceneggiatore.

0 commenti: